Esclusivi vantaggi BIMBI -50%
solo se prenoti dal sito ufficiale
Clicca qui per scoprirli

Esclusivi Vantaggi

solo se prenoti direttamente dal nostro sito web ufficiale

  • Miglior Tariffa del Web! Se riuscirete a trovare su un altro sito un prezzo più basso per lo stesso periodo e per la stessa tipologia di camera, vi chiediamo gentilmente di contattarci e noi vi offriremo un ulteriore sconto del 10%. Molti siti di viaggi online chiedono tasse extra per le prenotazioni on-line.
  • Pacchetti ed offerte esclusive costantemente aggiornate per garantirvi tutti i migliori comfort.
  • Internet Wi-Fi Gratuito in tutta la struttura.
Verifica disponibilità Ora!

Estate a Roccaraso

 

ATTIVITA' SPORTIVE ED ESTIVE A ROCCARASO, A 3 KM DAL CIPRIANI PARK HOTEL DI RIVISONDOLI

  • Campetto di Calcio- Campi da Tennis

  • Gli impianti sportivi sono attrezzati per ospitare ritiri di squadre di calcio e scuole tennis per il periodo estivo (giugno-settembre)
  • Parco divertimenti

    Soft air

  • soft airIl soft-air è un gioco che non prevede alcun contatto fisico, ma si attiene esclusivamente alla mentalità del fai play: lealtà, onestà, spirito di collaborazione, rispetto verso tutti e verso la natura; è adattato agli amanti del gioco di squadra, della vita all’aria aperta e della natura. 
    Oltre al classico “cattura la bandiera”, che ha cpome obbiettivo la conquista di una bandiera posta nel territorio nemico, non mancano mai deathmatch, salvataggi di prigionieri, ricostruzioni storiche o ricerche di obiettivi nascosti. 
    Un sano divertimento per tutti immersi completamente nel verde dei boschi!!!
    Il poligono sostai è composto da 4 postazioni di tiro che permettono a grandi e bambini di potersi divertire colpendo i bersagli con tiri a raffica o di precisione. 

Parco avventura

  • parco avventuraIl Parco Avventura è composto da quattro percorsi sospesi integrati nel bellissimo bosco di pini in località Ombrellone.
    I percorsi sono realizzati con tecniche innovative, non invasive e nel pieno rispetto dell'ambiente al fine di garantire la sicurezza e il divertimento degli utenti dove la concentrazione, l'equilibrio e un minimo di fisicità sono elementi indispensabili. 
    I percorsi hanno difficoltà differenziate: quello VERDE (cliccare sui nomi dei percorsi per visualizzare la relativa immagine) adatto ai bambini è una ottima palestra per lo step successivo, costituito dal percorso BLU più impegnativo.
    I percorsi ROSSO e NERO hanno un grado di difficoltà elevato, essi sono riservati a utenti più audaci, con una buona preparazione fisica per affrontare altezze che variano da 8 fino a 13 metri.
    I percorsi sono da affrontare con equipaggiamento obbligatorio (Imbraco, longe, moschettoni, carrucole e casco) che vi sarà consegnato alla reception del Parco. 
  • Nordic walking

     

  • nordic walkingIl Nordic Walking oltre ad essere uno sport è un metodo naturale ed efficace per migliorare la propria forma fisica. 
    Indipendentemente dall'età e dalla preparazione atletica è divertente, rilassante e poco costoso; 
    il Nordic Walking, insomma, è una filosofia sportiva che trasferisce il benessere del corpo e della mente nella vita di tutti i giorni anche grazie al contatto con la natura. 
    I tanti percorsi presenti a Roccaraso insieme a quelli delle vicine montagne del Parco nazionale della Majella consentono di coniugare benessere, fitness e sport!
  • Sentieri

  • sentieriIl Comune di Roccaraso nel 2007 ha dato l'avvio alla definizione della rete sentieristica comunale con un progetto di realizzazione del suo primo nucleo, nell'area compresa tra il centro urbano e l'altopiano dell'Aremogna. 
    Nasce, così, ROCCARASO SENTIERI, marchio che vuole identificare una ben definita proposta, più che la generica indicazione topografica di "sentieri di Roccaraso". 
    Molteplici sono gli scopi di questa iniziativa: principalmente incoraggiare un buon uso del territorio, favorendo le attività a minore impatto ambientale, come la fruizione "a piedi", facilmente praticabile da chiunque, favorita dalla facile accessibilità e percorribilità dei sentieri ed appagante per il notevole valore paesistico e naturalistico del territorio. 
    Obiettivo non secondario del progetto è promuovere un reale e corretto (eco-compatibile) utilizzo della rete sentieristica, integrandola certamente nell'offerta turistica, per esaudire la richiesta crescente di attività orientate al benessere, allo sport amatoriale ed al sano divertimento, ma anche pensandola come laboratorio per iniziative ludico-educative, soprattutto per i più giovani, e come stimolo per riannodare i legami della popolazione locale con il territorio e recuperare e mantenere vive identità e cultura di montagna. 

    Sentiero Fortunato - N. 101

     

     Difficoltà:

     

    T (Turistica)

    Partenza (quota):

     

     Località Ombrellone (m.1275)

    Arrivo (quota):

     

     Località Fortunato, sito n.2 (m.1362)

    Tempo di percorrenza :

     

     30'                                                                                                                                                           

     

     

     

     

     

     

      

       Appena oltrepassata la partenza della seggiovia, nei pressi dell ingresso del Parco Avventura imboccare a sinistra una pista da sci (detta pista due ) circondata da pini ai piedi del Colle Belisario, risalendola in direzione sud-est. Superata la prima ampia curva, svoltare decisamente a sinistra e, seguendo le indicazioni della tabella, entrare nella faggeta; percorrere un breve tratto in lieve ascesa fino al bivio della zona dei trampolini (sito n.1).

       Mantenendo la direzione si attraversa la zona dei trampolini e risalendo un breve tratto di collegamento (a destra) si incrocia il sentiero 102.

       Al bivio dei trampolini, seguendo le indicazioni della tabella per località Fortunato, svoltare a destra nella faggeta procedendo prima in lieve ascesa poi affrontando una salita più impegnativa, al termine della quale, all'incrocio con i sentieri 102 e 103, a quota 1362 m. si giunge alla meta. Un percorso di ritorno alternativo è offerto dal sentiero 102.

     Sentiero "La pineta" - N. 102

     

     Difficoltà:

     

     T (Turistica)

    Partenza (quota):

     

     Località Ombrellone (m.1275)

    Arrivo (quota):

     

     La Pineta - Postazioni belliche, sito n.4 (m.1374)

    Tempo di percorrenza :

     

      45'                                                                                                                                                       

     

     

     

     

     

     

     

       Scendere lungo la strada asfaltata in direzione del paese ed imboccare a destra Via Pineta Vittoria percorrendola fino alla
    località Punta Rossa Vecchio pattinaggio (sito n.5).

       Seguendo le tabelle segnavia salire al vecchio pattinaggio e proseguire sul sentiero ben marcato entrando nel bosco di abeti.

       Al primo tornantino si incrocia a destra il sentiero Fortunato (n.101). Proseguendo la salita per altri 7 tornanti, immersi in questa splendida e ombrosa pineta, si giunge a quota 1379 m. al cospetto di pini monumentali relitti dell'antica pineta prebellica.

       Al bivio svoltando a sinistra verso est e superando la cima del rilievo a quota 1382 m., in lieve discesa si giunge al punto panoramico da cui è possibile ammirare le cime dei Monti Maiuri e Arazzecca, rivestiti da fitte faggete. In tutta l area e soprattutto su questo versante, è possibile individuare tracce di postazioni belliche dell ultimo conflitto mondiale: concavità del terreno, circondate da pietre che accoglievano pezzi di artiglieria; camminamenti di collegamento tra postazioni; buche causate da esplosioni di ordigni. 

       Tornando indietro, al punto di valico, il sentiero prosegue in direzione ovest e dopo una breve discesa, superata una murella(*) semidistrutta, si giunge all incrocio con i sentieri 101 e 103. 

       Si ritorna per lo stesso sentiero o per il sentiero 101.

    (*) Murella: lunga fila di pietre, derivate dallo spietramento di terreni destinati alla coltivazione, delegata a delimitare un
    campo. Le murelle sono strutture campestri da rispettare e proteggere.
       pineta.jpg
        La Pineta - zona delle postazioni belliche

     Sentiero "Quadrone - Valle Canara" - N. 103

     

     Difficoltà:

     

     T (Turistica)

    Partenza (quota):

     

     Località Fortunato, sito n.2 (m.1362)

    Arrivo (quota):

     

     Valle Canara - incrocio con sentiero 105 (m.1348)

    Tempo di percorrenza :

     

     30'                                                                                                                                         

     

     

     

     

     

     

      

       Per raggiungere la loc. Fortunato dall Ombrellone seguire il sentiero 101 o in alternativa il 102. 

       Dalla località Fortunato imboccare il sentiero in lieve discesa come indicato dalla segnaletica e addentrarsi nella faggeta nel punto marcato da un totem bianco-rosso. Risalire nel bosco un ampia curva verso destra, sino a raggiungere un esteso terrazzamento aperto (loc. Quadrone, sito n.3) da attraversare in direzione sud-ovest. Guidati dalla tabella all uscita del bosco e da un totem ben evidente nel prato, piegare a sinistra fino all'incrocio con il sentiero 104 (che conduce al Campetto degli Alpini).

       Seguendo la carrareccia ben tracciata, scendere fino all incrocio con il sentiero 105.

       Da qui, come indicato dalle tabelle segnavia, proseguendo a destra si raggiunge la località Campitelli (sito n.7) con circa 1 ora di cammino; svoltando a sinistra in direzione nord percorrendo la Valle Canara, si giunge alla strada asfaltata che riporta all abitato di Roccaraso.

    Sentiero "Campetto degli Alpini"- N. 104

     

     Difficoltà:

     

     T (Turistica)

    Partenza (quota):

     

     Località Quadrone, sito n.3 (m. 1398)

    Arrivo (quota):

     

     Campetto degli Alpini (m.1424)

    Tempo di percorrenza :

     

     40'                                                                                                                                             

     

     

     

     

     

     

     

       Per raggiungere la loc. Quadrone dall Ombrellone seguire i sentieri 101 o 102 e proseguire sul 103.

       Dall'incrocio col sentiero 103 in località Quadrone il sentiero si addentra, salendo in direzione sudovest, in una pinetina che ne caratterizza l'imbocco e prosegue nella faggeta, percorrendo un evidente tracciato, sino a raggiungere un ampia curva di una pista da sci ( pista due degli impianti di colle Belisario), che sulla destra scende ripida verso l Ombrellone.

       Risalendo a sinistra un breve tratto della curva, individuare la segnaletica ben evidente che indica l imbocco del sentiero al margine del bosco. Proseguire all ombra dei faggi fino ad incrociare un ampio tracciato carreggiabile ( pista uno di Colle Belisario).

       Svoltando a sinistra percorrere la pista in discesa; un ampia curva verso destra porta ad incrociare il sentiero 105.

       Come indicato dalle tabelle segnavia, svoltando a sinistra si sale verso il Rifugio la Selletta a quota m.1575.

       A destra il sentiero 105 scende lungo la Valle San Rocco e dopo un breve tratto sterrato conduce al Campetto degli Alpini.

       Proseguendo in discesa lungo la comoda strada asfaltata che riporta all'abitato di Roccaraso si giunge alla località Ombrellone.

       alpini.jpg
         Campetto degli Alpini

     Sentiero "Campitelli"- N. 105

     

     Difficoltà:

     

     EF (Escursionistica Facile)

    Partenza (quota):

     

     Località Ombrellone (m.1275)

    Arrivo (quota):

     

    Località Campitelli, sito n.7 (m.1454)

    Tempo di percorrenza :

     

     fino a Campitelli 2h10 percorso totale 4h                                                                                              

     

     

     

     

     

     

      

       Il sentiero 105 viene proposto come anello con partenza dall'Ombrellone e meta intermedia il valico di Campitelli, che offre una splendida vista panoramica del piano dell Aremogna e delle alture circostanti.

       Scendere lungo la strada asfaltata in direzione del paese ed imboccare a destra Via Pineta Vittoria percorrendola fino alla località Punta Rossa Vecchio pattinaggio (sito n.5). Seguendo la segnaletica scendere il tratto di sentiero che termina con una piccola scalinata dietro la Casa di Riposo.

       Svoltare a destra in via Piè del Monte e proseguire sulla strada asfaltata fino a scorgere il cimitero del paese. Sulla destra si apre l imbocco del sentiero Campitelli, proprio in corrispondenza di un fontanile con acqua potabile, unica fonte di approvvigionamento d acqua su tutto il percorso.

       Proseguire sul sentiero mantenendosi sulla sinistra fino ad addentrarsi in un bosco di faggio molto caratteristico. Attraversare un prato percorrendo un tratto costeggiato da due lunghe murelle
    contornate da cespugli di rosa canina, ribes rosso e corniolo. Al rientro nel bosco il sentiero 105 si biforca nel sentiero 103.

       Continuare a salire in un alternanza di bosco e radure fino a raggiungere una zona panoramica che si affaccia su un calanco protetto da una staccionata e da cui è possibile ammirare (da sinistra verso destra) le alture molisane con il paese di Capracotta, la valle del Sangro, il Monte Arazzecca ricoperto da una fitta faggeta.

       Da qui il sentiero segue un cammino inconfondibile immerso nella secolare faggeta di Monte Maiuri, un tempo sicuro nascondiglio dei briganti, risalendo a mezza costa la valle Arenaro in tutta la sua lunghezza, quindi attraversando l ampia radura di Campitelli, ai piedi del Monte Arazzecca, fino a guadagnare l omonimo valico a quota 1466 m. (sito n.7) grazie ad un ampia e comoda carrareccia
    chiusa al transito dei veicoli da una sbarra di ferro. Da segnalare in questo tratto la Pietra Puttanella (sito n.6), tradizionale luogo di sosta, e la Rocchia di Letizia, leggendario e tragico luogo legato alla storia del brigantaggio locale. Dal sito n.7 il sentiero, ben segnalato, degrada fino allo stazzo nei pressi di Fonte della Guardia, offrendo un ampia panoramica del Piano Aremogna.

       Oltrepassato lo stazzo sulla destra, il sentiero risale verso nord lungo le pendici di Monte Maiuri, fino a raggiungere il Passo della Selletta a quota 1575 m. e l omonimo rifugio. Dal rifugio si discende verso nord la Valle San Rocco che, allargandosi, conduce alla località Campetto degli Alpini.

       Ora il sentiero si trasforma in strada asfaltata che riporta al punto di partenza in località Ombrellone.

       gravare.jpg
         Gravare di Sotto e Valle Fredda dal sentiero 105

     

     

Offerte Speciali
Dicono di Noi
Il Paradiso degli Amici

Hotel immerso in un Parco Fiabesco, con spazi immensi e ben organizzati. Camere belle-spaziose e pulitissime e profumate. Cucina ottima con scelta e prodotti di prima qualità. Proprietari sempre con il sorriso e disponibili per ogni richiesta. Sanno il loro Mestiere... Staff che segue le direttive del sempre presente Vittorio..Siete degli Angeli...

Ottimo soggiorno

Gentilezza, cortesia, disponibilità ed estrema cura del cliente, caratteristiche che abbiamo trovato nei proprietari e in tutto lo staff dell'hotel. Lo consiglio, anche alle famiglie con bambini il servizio miniclub è eccellente. Abbiamo riscontrato anche un'ottima cucina con preparazione accorta dei menù senza glutine.

Una bellissima vacanza

Siamo una coppia che viaggiano molto e questo è il terzo anno che ci andiamo ed il livello è sempre molto alto sia come qualità del cibo che la disponibilità del personale che i servizi e la pulizia. In più possiamo aggiungere anche la buona posizione in considerazione degli impianti sciistici.